Home Approfondimenti Biblici Meditazioni Per orientarsi...
Per orientarsi... PDF Stampa E-mail

L'uomo ha sempre avuto bisogno di strumenti per orientarsi: il sole, le stelle, la bussola, una mappa, un cartello stradale, il computer di bordo, ecc. Per i mari e su nei cieli, lungo le strade, nei grandi spazi aperti, ma anche dentro gli edifici, c'è bisogno di orientarsi, per sapere dove ci si trova, dove andare, quale strada seguire per raggiungere la propria meta.

Anche nella vita c'è bisogno di orientarsi. Possiamo considerare la vita un viaggio, un'avventura, una traversata, una scalata, l'attraversamento di un deserto sempre uguale a se stesso o di una giungla imprevedibile e piena di incognite o qualsiasi altra cosa: in ogni caso abbiamo bisogno di sapere dove stiamo andando e come orientarci nel cammino.

Dio si è rivelato all'uomo attraverso l'opera del Creato e attraverso il senso morale insito nella coscienza di ogni uomo, ma il mezzo più completo attraverso cui la rivelazione di Dio giunge all'uomo è la Sacra

Bibbia, che appunto per questo è definita "Parola di Dio". Essa è la guida che ci dice chi siamo, qual è la nostra meta, dove si trova il bene, come evitare il male, quale aiuto cercare e tanto altro ancora.

Qualche esempio?

  • Qual è il mio valore? "Tu sei prezioso agli occhi miei, perchè sei pregiato ed io ti amo" (Isaia 43:4)
  • Dov'è Dio? "Io dimoro nel luogo alto e santo, ma son con colui che è contrito ed umile di spirito, per ravvivare lo spirito degli umili, per ravvivare il cuore dei contriti" (Isaia 57:15)
  • Si può trovare Dio? "Voi mi cercherete e mi troverete, perchè mi cercherete con tutto il vostro cuore, Io mi lascerò trovare da voi, dice il Signore" (Geremia 29:13,14)
  • Sono stanco della vita. Che fare? "Venite a Me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e Io vi darò riposo" (Matteo 11:28)
  • Non merito nulla. "E' per grazia che siete stati salvati, mediante la fede... Non è in virtù di opere affinchè nessuno se ne vanti" (Efesini 2:8,9)
  • Non ho tempo per Dio: sono troppo impegnato con le mie attività. "Che gioverà a un uomo se, dopo aver guadagnato tutto il mondo, perde poi l'anima sua? O che darà l'uomo in cambio dell'anima sua?" (Matteo 16:26)
  • Chi mi può consolare nel mio dolore? "Come un uomo consolato da sua madre, così Io consolerò voi" (Isaia 66:13)
  • Ho pianto troppo nella mia vita. "Iddio asciugherà ogni lacrima dagli occhi loro" (Apocalisse 7:17)

La Bibbia continua ad essere il libro più letto e diffuso nel mondo: una ragione deve pur esserci. E la ragione è che essa, secondo la sua stessa definizione, è "spirito e vita", è "vivente ed efficace... e penetrante fino a dividere l'anima dallo spirito". Per l'apostolo Pietro è una "lampada risplendente in un luogo scuro".

Si potrebbe dire ancora tanto sulla Bibbia, ma il modo migliore di conoscerla è leggerla personalmente, quotidianamente, con attenzione, con fede, con la certezza che attraverso questa Parola Dio parla al nostro cuore. E naturalmente con il proposito di seguirne i consigli: a che serve una bussola se non c'è la volontà di seguirne le indicazioni?

 

 

Copyright © 2009 - 2019. Tutti i diritti sono riservati. Non è consentita la riproduzione parziale o totale dei contenuti e della grafica presenti nel sito su mezzi cartacei o elettronici senza la previa autorizzazione dei responsabili.


Progettazione e sviluppo by Ing. Marco Arata. Testata by Alessandro Marzullo. Grafica basata su template by Joomla.it. Powered by Joomla!. Valido XHTML e CSS.