Home Editoriali Quando siamo nelle tenebre
PDF Stampa E-mail

TenebreQuando siamo nelle tenebre

 

Nella Bibbia le tenebre sono spesso il simbolo del male, del peccato, dell'ignoranza. Le tenebre si contrappongono alla luce, che è Gesù (Giov. 8:12).

Ma in Isaia 50:10 il significato di questo termine è diverso: "Chi è tra voi che tema l´Eterno, che ascolti la voce del servo di lui? Benché cammini nelle tenebre, privo di luce, confidi nel nome dell´Eterno, e si appoggi sul suo Dio!"

Qui le tenebre rappresentano la mancanza di chiarezza nelle vicende della propria vita; l'impossibilità di discernere in modo adeguato la via da seguire, le scelte da fare: l'incapacità di scorgere le prospettive del proprio futuro. Mentre le tenebre del peccato non appartengono a chi è figlio di Dio, l'oscurità del contesto della propria vita può caratterizzare per qualche tempo anche la vita del credente.

Il consiglio divino è: "Confidi nel nome del Signore e si appoggi sul suo Dio!"

Significa abbandonarsi fiduciosamente nel Signore, con la certezza che Egli, nostro Padre celeste, sa ogni cosa e vede ogni cosa; discerne il presente e il futuro senza alcuna limitazione e può operare per il nostro bene.

Come il non vedente si appoggia fiduciosamente alla propria guida o il pilota si affida agli strumenti di bordo anche in mezzo alle tenebre più fitte, così il credente si appoggia sul suo Signore e crede che il Signore saprà condurlo e saprà tirarlo fuori dal buio per fargli rivedere la luce della sua presenza che tornerà ad illuminare il suo cammino.

 

Copyright © 2009 - 2019. Tutti i diritti sono riservati. Non è consentita la riproduzione parziale o totale dei contenuti e della grafica presenti nel sito su mezzi cartacei o elettronici senza la previa autorizzazione dei responsabili.


Progettazione e sviluppo by Ing. Marco Arata. Testata by Alessandro Marzullo. Grafica basata su template by Joomla.it. Powered by Joomla!. Valido XHTML e CSS.