Home Editoriali Un grande passo per l'umaniità...
PDF Stampa E-mail

Apollo 11UN GRANDE BALZO PER L'UMANITA'...

 
Cinquanta anni fa, il 20 luglio 1969, l'uomo metteva piede sulla Luna. Tre astronuati americani atterrarono sulla superficie lunare e quando Neil Armstrong, uno dei tre, pose piede sul suolo lunare pronunciò una frase che è rimasta nella storia: "Questo è un piccolo passo per un uomo, ma è un grande balzo per l'umanità".
Altre missioni lunari seguirono, ma nel 1971 il programma di esplorazione della Luna con uomini cessò, per i costi elevati, per i rischi notevoli e soprattutto per la poca utilità ricavata da tali missioni.
Certo, quell'evento fu un grande passo avanti per l'umanità. Un grande passo avanti per la scienza e per la tecnologia e di grandi passi avanti in ambito scientifico, tecnologico, medico ne sono stati compiuti molti altri in questi cinquanta anni.
Ma possiamo dire che l'umanità sia andata davvero avanti in questi anni? Sicuramente il sapere scientifico è cresciuto e i progressi in tanti ambiti sono stati straordinari. Ma, a fronte di tanti progressi, registriamo anche tante criticità e in molti casi tanti regressi. I cambiamenti climatici, l'inquinamento diffuso, la desertificazione, i flussi migratori sono solo alcuni per problemi di portata planetaria che mettono a rischio la stessa sopravvivenza dell'uomo sulla Terra.
E, oltre a ciò, le scelte morali che conducono progressivamente l'uomo ad allontanarsi dalle indicazioni divine, il malessere crescente di tanta parte dell'umanità, la diffusione inarrestabile di ogni forma di dipendenza ci fanno capire che non stiamo andando avanti, ma indietro...
Eppure, parlando di passi, la Bibbia ci ricorda che il bene dell'umanità sta nel seguire le vie di Dio: "...camminate in tutte le vie che io vi prescrivo affinchè siate felici..." (Ger. 7:23). Ma, oggi come ieri, l'uomo preferisce seguire le proprie vie, piuttosto che quelle indicate dal Signore: "Ma essi non ascoltarono, non prestarono orecchio, ma camminarono seguendo i consigli e la caprbietà del loro cuore malvagio, e invece di andare avanti si sono voltati indietro" (Ger. 7:24).
Sarebbe il caso di invertire la rotta, ma l'umanità avrà voglia di farlo?
 

Copyright © 2009 - 2019. Tutti i diritti sono riservati. Non è consentita la riproduzione parziale o totale dei contenuti e della grafica presenti nel sito su mezzi cartacei o elettronici senza la previa autorizzazione dei responsabili.


Progettazione e sviluppo by Ing. Marco Arata. Testata by Alessandro Marzullo. Grafica basata su template by Joomla.it. Powered by Joomla!. Valido XHTML e CSS.