Home I Giovani Racconti e similitudini Dio non sbaglia mai
Dio non sbaglia mai PDF Stampa E-mail

 

DIO NON SBAGLIA MAI

 

Un re di una sperduta regione dell'Africa aveva tra i suoi sudditi un servo molto fedele nei suoi confronti e molto devoto a Dio. In tutte le circostanze della vita, belle o brutte, soleva ripetere al re: "Maestà, tutto quello che fa il Signore è perfetto. Dio non sbaglia mai". Il re lo ascoltava con un certo scetticismo: non era molto convinto delle parole del suo servo, ma lo lasciava dire, visto che si trattava di una brava persona.

Un giorno il re andò a caccia con alcuni suoi servi e fu aggredito da un animale selvaggio. La belva fu uccisa, ma il re perse la mano in questa occasione. Naturalmente il re fu molto contrariato da questo incidente e alla prima occasione rinfacciò al suo servo; "Così Dio è buono? Così Dio non sbaglia ma? Mi vuoi spiegare che cosa c'è di buono in tutto quello che mi è successo?". Il servo rispose molto rispettosamente: "Mio re, io non so perchè tutto questo è accaduto e ne sono molto dispiaciuto. Però, se è successo, so certamente che ci sarà una qualche ragione, perchè sono sempre convinto che Dio non sbaglia mai". Il re fu indignato per la risposta e comandò che il suo servo venisse messo in carcere.

Dopo qualche tempo il re lasciò la sua dimora reale per visitare alcuni villaggi del territorio da lui governato. In uno di questi spostamenti, cadde in un agguato e fu rapito da alcuni uomini armati di una tribù di "selvaggi". Costoro volevano sacrificarlo ai loro dei e fu allestito il posto in cui si doveva fare questo sacrificio propiziatorio. Ma poco prima di uccidere il re si accorsero che gli mancava una mano e allora desistettero perchè i loro dei non avrebbero gradito una vittima con dei difetti fisici. Così il re fu rilasciato e potè tornare al suo palazzo.

Riconoscendo che la sua menomazione gli aveva salvato la vita, fece subito rilasciare il servo che aveva fatto mettere in prigione e lo ricevette con molta benevolenza. Gli disse: "Riconosco che stavolta Dio è stato buono con me e mi ha liberato dalla morte. Avere perso una mano nella battuta di caccia mi ha salvato la vita. Ma se Lui è perfetto e non sbaglia mai, perchè ha permesso che tu finissi in prigione, proprio tu che lo ami e lo difendi sempre?". Il servo riflettè un momento, poi disse: "Maestà, se io non fossi finito in carcere, probabilmente sarei venuto con voi in quel viaggio e sarei stato catturato. Probabilmente sarei stato scrificato io ai loro dei, visto che io ho entrambi le mani. Dio è stato buono anche con me, permettendo che io finissi in prigione. Ricordatelo, maestà, Dio non sbaglia mai!"

 

Copyright © 2009 - 2020. Tutti i diritti sono riservati. Non è consentita la riproduzione parziale o totale dei contenuti e della grafica presenti nel sito su mezzi cartacei o elettronici senza la previa autorizzazione dei responsabili.


Progettazione e sviluppo by Ing. Marco Arata. Testata by Alessandro Marzullo. Grafica basata su template by Joomla.it. Powered by Joomla!. Valido XHTML e CSS.